GS SPACE

L'aiuto che cercavi...

Ogni giorno senti parlare di Smart TV e stai pensando di comprarne uno ma vuoi saperne di più?sei nel posto giusto,in questo articolo ti mostrerò cosa sono e come funzionano le televisioni del futuro.

Cominciamo con il dire che la Smart TV è un televisore che si connette a internet via cavo o Wi Fi permettendo cosi di avere accesso a tantissimi contenuti multimediali.Quando fecero la comparsa sul mercato questi televisori avevano un costo elevato a volte proibitivo,con il passare del tempo come succede spesso nella tecnologia in generale i costi si sono notevolmente ridotti arrivando a prezzi divenuti accessibili a tutti…

Con questi televisori è possibile vedere (previo abbonamento) i tantissimi contenuti multimediali offerti da i vari servizi (Netfix,Infinity solo per citarne qualcuno) ma anche gratis,basta spulciare nella rete,ma anche navigare nei social,vedere filmati su Youtube e tante altre cose…

Il funzionamento è molto semplice e richiede pochissimo tempo…è sufficiente collegare il televisore ad internet e il gioco è fatto,ma entriamo nello specifico dei vari modelli disponibili analizzando le caratteristiche principali.I televisori di nuova generazione non sono dotati di tubo catodico ma di piccole luci,Plasma, LCD, LED o OLED –  possono essere basati su varie tecnologie, ognuna delle quali ha i propri pregi e i propri difetti. Attualmente la maggior parte degli Smart TV in commercio è di tipo LCD LED, una tecnologia che assicura un ottimo compromesso fra resa dei colori, risparmio energetico, spessore ridotto dello schermo e prezzo accessibile. I televisori LCD  quelli a LED ma si differenziano da questi ultimi perché usano delle lampade a fluorescenza per la retroilluminazione dello schermo (al posto dei LED), fattore che ne aumenta lo spessore e il consumo energetico. Se ne trovano pochi in commercio, anche perché sono stati resi quasi obsoleti dai televisori a LED. Più avanzati degli LCD e degli LCD a LED sono i TV OLED che, non utilizzando fonti di luce esterne per l’illuminazione dello schermo, riducono ulteriormente i consumi energetici e assicurano neri più profondi (i pixel neri si spengono del tutto).Le caratteristiche tecniche di cui tenere conto per uno Smart TV sono senza dubbio Risoluzione,Refresh Rate,e gli ingressi.Ma vediamoli meglio nel dettaglio

  • Risoluzione  Cominciamo con il dire che una maggiore risoluzione permette una visione più chiara e limpida,i televisori possono essere HD Ready (con una risoluzione di 1280 x 720 pixel), Full HD (con una risoluzione di 1920 x 1080 pixel) oppure UltraHD/4K (con una risoluzione di 3840 x 2160 pixel).

 

  • Refresh Rate Questo termine è usato per indicare la frequenza di aggiornamento delle immagini,viene espresso in Hz,i suoi valori standard sono di 50Hz-100Hz-200Hz,Alcuni produttori di TV indicano refresh rate più alti (es. 400Hz, 800Hz o 1000Hz) per sottolineare l’adozione di tecnologie che rendono più “fluide” le sequenze su schermo.

 

  • Ingressi Quanti apparecchi vuoi collegare al tuo Smart Tv?(decoder,Consolle,Hard Disk ecc) Assicurati che lo Smart TV che comprerai abbia ingressi a sufficienza,personalmente preferirei avere due o più porte HDMI e USB,un uscita audio ottica (dove potrai collegarci un impianto audio e un jack per le cuffie.

Finalmente ci siamo! Prenditi cinque minuti di tempo libero e dai un’occhiata alla lista di televisori che trovi qui sotto, così potrai scoprire facilmente quale Smart TV scegliere in base alle tue necessità e al tuo budget.

 

The following two tabs change content below.
Gino Santini
Gino Santini, 34 anni di Canepina,consulente informatico da 5 anni. Appassionato di Tecnologia,Dopo anni di formazione, ho aperto una partita Iva. Inizialmente mi occupavo esclusivamente di Assistenza su Hardware e Software,in seguito ho ampliato il mio pacchetto di conoscenza del web grazie ad alcune esperienze formative a cui, regolarmente, presenzio per restare aggiornato. Non ci si deve improvvisare webmaster: bisogna studiare e collaborare molto con gli altri prima di essere in grado di intraprendere la professione. Se non avessi studiato, probabilmente non avrei potuto realizzare ciò che è arrivato in seguito». La postazione di lavoro è sempre stata in casa:in una stanza adibita ad ufficio. «Si tratta di una scelta quasi obbligata dal momento che, per cercare nuovi clienti o per risolvere i problemi di quelli che ormai lo sono, capita spesso di passare molto tempo fuori casa». «Ho scelto un lavoro stimolante ,che, anche se richiede molti sacrifici offre gratificazioni personali che molto difficilmente potrei ottenere da dipendente privato».

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sito realizzato e gestito da Gino Santini -Consulente Informatico-Tel 3339780498