GS SPACE

L'aiuto che cercavi...

Hai cancellato per errore delle foto e ora non sai più come recuperarle?Dopo un aggiornamento automatico non vedi più le foto nella galleria?Non disperarti,ho la soluzione al tuo problema.DiskDigger permette di recuperare immagini cancellate erroneamente dal tuo SmartPhone, è un applicazione che funziona solo su Android,ne esistono due versioni,una gratuita e una PRO a pagamento,oggi ti mostrerò come funziona quella gratuita per poter recuperare le foto cancellate.Per prima cosa occorre scaricarla,per farlo è sufficiente cliccare qui oppure andare direttamente con il tuo SmartPhone nel Play Store.Una volta scaricata apri l’app e ti troverai davanti questa schermata

2

Avvia la ricerca facendo click su START BASIC PHOTO SCAN,finita la scansione seleziona le foto che vuoi salvare e clicca sul tasto RECOVERY,se invece intendi salvare tutte le foto recuperate fai TAP (click) su i tre puntini che trovi in alto a destra e premi SELECT ALL.

A questo punto,dopo aver selezionato le foto che vuoi recuperare fai TAP su RECOVERY,nella versione gratuita puoi scegliere solamente l’opzione SAVE THE FILES TO A CUSTOM LOCATION,questa opzione permette di salvare le foto selezionate in una cartella a vostra scelta,ti consiglio di salvare tutto nella cartella Immagini per ritrovartele tutte nella galleria.Se hai ancora dubbi sulla procedura da eseguire lascia un commento per chiedere aiuto.

 

 

“Prima di continuare ti invito a ripagare lo sforzo che impiego nella stesura di questi contenuti semplicemente facendo click sul pulsante CONDIVIDI.

A te non costa nulla, per me è invece fonte di grande soddisfazione :-)”

The following two tabs change content below.
Gino Santini
Gino Santini, 34 anni di Canepina,consulente informatico da 5 anni. Appassionato di Tecnologia,Dopo anni di formazione, ho aperto una partita Iva. Inizialmente mi occupavo esclusivamente di Assistenza su Hardware e Software,in seguito ho ampliato il mio pacchetto di conoscenza del web grazie ad alcune esperienze formative a cui, regolarmente, presenzio per restare aggiornato. Non ci si deve improvvisare webmaster: bisogna studiare e collaborare molto con gli altri prima di essere in grado di intraprendere la professione. Se non avessi studiato, probabilmente non avrei potuto realizzare ciò che è arrivato in seguito». La postazione di lavoro è sempre stata in casa:in una stanza adibita ad ufficio. «Si tratta di una scelta quasi obbligata dal momento che, per cercare nuovi clienti o per risolvere i problemi di quelli che ormai lo sono, capita spesso di passare molto tempo fuori casa». «Ho scelto un lavoro stimolante ,che, anche se richiede molti sacrifici offre gratificazioni personali che molto difficilmente potrei ottenere da dipendente privato».
Sito realizzato e gestito da Gino Santini -Consulente Informatico-Tel 3339780498